Magazine

corso-inglese-2022

Passato il periodo delle feste, è tempo di tornare in classe e di riprendere i ritmi dello studio. Ma, come abbiamo visto negli ultimi mesi, questo non significa solo impegno e dedizione ma anche divertimento, gioco e la possibilità di sfruttare tutte le occasioni che le nostre giornate ci offrono per imparare qualcosa in più.

Vogliamo quindi condividere qualche “dritta” (tip) e e qualche “trucco” (trick) per migliorare lo studio dell’inglese. Iniziamo proprio dal momento in cui usciamo da uno dei corsi di British Schools: appena arrivati a casa, prendiamo dieci o quindici minuti per rivedere i contenuti appena trattati, quando sono ancora freschi nella memoria; questo ci permetterà di fissarli meglio e di ricordarli con più precisione nei giorni e nelle settimane a venire.

Sarebbe poi ideale dedicare ogni giorno un po’ di tempo allo studio, che si tratti di revisione di regole grammaticali, di memorizzazione del lessico o di esercizi pratici di ascolto, lettura e pronuncia: meglio un tempo breve tutti i giorni che un tempo più lungo una sola volta a settimana. Ricordiamoci che è soprattutto la pratica quotidiana a permetterci di immergerci a fondo nella lingua che stiamo imparando.

Questo può essere fatto anche con piccole semplici attenzioni e internet è una risorsa incredibile per avere accesso a contenuti in inglese in tutti i formati possibili: abbiamo visto come ascoltare podcast, per esempio, possa essere un ottimo strumento per allenare l’orecchio, così come guardare serie TV e film in lingua, magari con i sottotitoli in inglese, in modo da associare scrittura e pronuncia. Ci sono poi infinite possibilità di lettura tra articoli, vignette e fumetti, testi brevi condivisi sui social network…

Ci sono però anche altre cose che possiamo fare, come scegliere di mettere la lingua del nostro telefono (e magari anche del nostro computer o tablet) in inglese. Oppure quando compriamo un nuovo dispositivo o elettrodomestico, per esempio, possiamo leggere le istruzioni in inglese anziché in italiano, cercando le parole che non conosciamo e magari annotandole su un taccuino.

Possiamo inoltre trovare una persona madrelingua con cui fare conversazione periodicamente, magari prendendo un caffè, sia dal vivo nella nostra città, sia online, cercando tra le comunità e i servizi che offrono questa opportunità.

Se invece ci stiamo avvicinando per la prima volta all’inglese e non siamo sicuri del nostro livello, possiamo fare il test gratuito di British Schools, composto di 50 domande, e capire quale tipologia di corso è più adatta alle nostre esigenze.